You need to upgrade your Flash Player or to allow javascript to enable Website menu.
Get Flash Player

 

 

 

 L'IDROCEFALO NORMOTESO                                                        

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Munch

 

Sono solo 3 i disturbi dell' Idrocefalo Normoteso?

Hakim ed Adams descrissero la classica triade dell' idrocefalo normoteso nel 1965., La triade è caratterizzata dai disturbi della deambulazione (deambulazione a base allargata con difficoltà a sollevare il piede dal suolo), disturbi nella minzione (urgenza minzionale o incontineanza urinaria) e disturbi cognitivi caratterizzati, nella prima fase di malattia, principalmente da deficit della memoria a breve termine.

Tuttavia a tali disturbi, si possono associare altri disturbi che, spesso  ignorati, possono addirittura presentarsi per primi nella storia clinica dell'idrocefalo normoteso.  Tra questi particolare attenzione merita il disturbo depressivo che al primo colloquio con il medico viene riferito in almeno il 20% dei casi e che spesso anticipa di qualche anno la comparsa del disturbo motorio.

Molto importante appare inoltre talvolta il disturbo della sfera sessuale. Il partner riferisce spesso il graduale disinteresse del paziente a quelle che sono le normali, compatibilmente con l'età, pulsioni sessuali. Tale disturbo nell'80% dei casi, se presente può anch'esso anticipare di qualche anno la comparsa della cassica triade.

Non è infrequente notare, alla priva valutazione del paziente, segni e sintomi tipici del morbo di Parkinson.  In realtà ciò che spesso viene erroneamente trattato come morbo di parkinson in realtà è un "parkinsonismo" che spesso appare resistente alla comune terapia.  Tale disturbo presente in circa il 5% dei casi  è causato dall'azione di compressione e stiramento, indotto dalla dilatazione ventricolare, sui nuclei della base, le stesse strutture che degenerando caratterizzano il morbo di parkinson. Il trattamento chirurgico dell'Idrocefalo Normoteso generalmente in tali pazienti porta ad un notevole miglioramento dei disturbi parkinsoniani.

Nella storia clinica del paziente affetto da idrocefalo normoteso non è raro inoltre riscontrare storia di cefalea associata o meno a  disturbi transitori del visus e o sporadiche crisi epilettiche. Tali disturbi in realtà sono più frequenti nei pazienti con LOVA che ad un certo punto della loro vita si scompensano e manifestano una clinica sovrapponibile a quella dell'Idrocefalo normoteso.

 

 

 

    

 

Argomenti Correlati:

La  classica triade di Hakim.

LOVA

 

e-mail: info@cetin.it